12 giugno 2012

Cosa fare prima, durante e dopo un terremoto

Il sisma avvenuto nelle province di Modena e Ferrara ha portato nuovamente alla ribalta il tema scottante della prevenzione del rischio sismico. L’Italia è per il 50% della sua estensione un territorio a rischio sismico accertato. Costruire sicuro è un obiettivo che Tecostrutture persegue da anni attraverso la tecnologia costruttiva di Travi e Pilastri REP®. Approfondisci>>

Nel promuovere una cultura della prevenzione e del costruire sicuro Tecnostrutture, come già fatto in passato, continuerà a programmare seminari tecnico scientifici per parlare di sicurezza, efficienza, prevenzione e normativa, in sinergia con gli Ordini Professionali dislocati sul territorio.

In tema di prevenzione, pensiamo di fare cosa utile segnalandovi alcune buone regole di base da seguire, prima, durante e dopo un terremoto.

PRIMA DEL TERREMOTO

• Informati sulla classificazione sismica del comune in cui risiedi.
Devi sapere quali norme adottare per le costruzioni, a chi fare riferimento e quali misure sono previste in caso di emergenza

• Informati su dove si trovano e su come si chiudono i rubinetti di gas, acqua e gli interruttori della luce.
Tali impianti potrebbero subire danni durante il terremoto

• Evita di tenere gli oggetti pesanti su mensole e scaffali particolarmente alti.
Fissa al muro gli arredi più pesanti perché potrebbero caderti addosso

• Tieni in casa una cassetta di pronto soccorso, una torcia elettrica, una radio a pile, un estintore ed assicurati che ogni componente della famiglia sappia dove sono riposti

• A scuola o sul luogo di lavoro informati se è stato predisposto un piano di emergenza.
Perché seguendo le istruzioni puoi collaborare alla gestione dell’emergenza

DURANTE IL TERREMOTO

• Se sei in luogo chiuso cerca riparo nel vano di una porta inserita in un muro portante (quelli più spessi) o sotto una trave.
Ti può proteggere da eventuali crolli

• Riparati sotto un tavolo.
E’ pericoloso stare vicino ai mobili, oggetti pesanti e vetri che potrebbero caderti addosso

• Non precipitarti verso le scale e non usare l’ascensore.
Talvolta le scale sono la parte più debole dell’edificio e l’ascensore può bloccarsi e impedirti di uscire

• Se sei in auto, non sostare in prossimità di ponti, di terreni franosi o di spiagge.
Potrebbero lesionarsi o crollare o essere investiti da onde di tsunami

• Se sei all’aperto, allontanati da costruzioni e linee elettriche.
Potrebbero crollare

• Stai lontano da impianti industriali e linee elettriche.
E’ possibile che si verifichino incidenti

• Stai lontano dai bordi dei laghi e dalle spiagge marine.
Si possono verificare onde di tsunami

• Evita di andare in giro a curiosare e raggiungi le aree di attesa individuate dal piano di emergenza comunale.
Bisogna evitare di avvicinarsi ai pericoli

• Evita di usare il telefono e l’automobile.
E’ necessario lasciare le linee telefoniche e le strade libere per non intralciare i soccorsi

DOPO IL TERREMOTO

• Assicurati dello stato di salute delle persone attorno a te.
Così aiuti chi si trova in difficoltà ed agevoli l’opera di soccorso

• Non cercare di muovere persone ferite gravemente.
Potresti aggravare le loro condizioni

• Esci con prudenza indossando le scarpe.
In strada potresti ferirti con vetri rotti e calcinacci

• Raggiungi uno spazio aperto, lontano da edifici e da strutture pericolanti.
Potrebbero caderti addosso

Fonte: http://www.protezionecivile.gov.it/jcms/it/view_cosa_fare_sismico.wp;jsessionid=829D409E1647C0E0974BF5EE02FFE4AE?contentId=APP15010

Richiedi informazioni