20 giugno 2017

5 cose da sapere sul nuovo campus universitario di Lodi

 

Kuma2

A Lodi il progetto di un’archistar

E’ a firma dell’architetto giapponese Kengo Kuma il concept architettonico del nuovo campus universitario di Veterinaria a Lodi, fondato sul rispetto e la valorizzazione del paesaggio culturale e naturale esistente. Grandi vetrate consentiranno alla natura di entrare all’interno dell’edificio durante tutte le stagioni, permettendo al paesaggio di farsi parte integrante del progetto stesso. La cura per il legame con il territorio si rifletterà anche nella scelta dei materiali: legno, pietra e vetro, per sfumare il più possibile la percezione del confine tra architettura e natura.

 

UniLodi Render

Due edifici solo apparentemente simili

Nell’edificio 1 si sono impiegati pilastri PTC® bipiano ad alta resistenza in calcestruzzo centrifugato, travi NPS® composite in acciaio e calcestruzzo e solai precompressi alveolari alti 30 e 50 cm. Una struttura ponderosa dove il peso dei singoli elementi alveolari è di 15 tonnellate.
Nell’edificio 2, alle strutture NPS® sono stati abbinati solai predalles dati i numerosi ed ampi pozzi di luce nell’impalcato. Una struttura leggera dove il peso del singolo elemento è di 3,5 tonnellate, giuntate a metà del fabbricato.
La tecnologia strutturale in comune? Travi miste NPS® e pilastri NPS® ad alta resistenza in calcestruzzo centrifugato.

 

UniLodi Responsabile Produzione

I valori più importanti in cantiere: serenità e sicurezza

Federico Fernicola, il responsabile di produzione incaricato da Salc sottolinea che “in cantiere serve serenità, e con questo gruppo di lavoro l’abbiamo avuta. Il referente per il montaggio NPS® era sempre presente e sapevo che lui aveva sotto controllo l’intero montaggio di travi e pilastri. Una cosa in meno da gestire per me.” Alessandro Baldo, responsabile dei montaggi per Tecnostrutture, afferma che “è stato facile garantire il rispetto delle norme antinfortunistiche dato che abbiamo lavorato con solo due addetti per il montaggio delle strutture NPS”. Statisticamente i cantieri edili sono luoghi pericolosi e limitare le lavorazioni artigianali contribuisce a ridurre la probabilità che avvengano incidenti.

 

UniLodi vista aerea

I numeri del nuovo campus universitario
Ospiterà circa 2.200 studenti, oltre a 300/400 unità tra personale docente, tecnici di laboratorio, dottorandi, dipendenti tecnico/amministrativi e di servizio. Le dimensioni dei lotti 1 e 2 sono pari a circa 40.000 mq, su cui sono stati edificati 25.000 mq di impalcati.
L’edificio 1 è destinato ad aule e laboratori per la didattica con aula magna da 350 posti a struttura inclinata alta sei metri.

 

UniLodi Trave NPS

Ritmi costruttivi da record
Per l’edificio 1 si realizzava un impalcato in 8 giorni Nell’edificio 2, per il montaggio di pilastri, travi NPS® e solaio bastavano 5 giorni a piano. I lavori sono stati svolti con una sovrapposizione delle fasi costruttive. Mentre ad esempio si montavano travi e pilastri al terzo livello, al secondo si stava eseguendo l’allacciamento degli impianti.
Richiedi informazioni