Oltre il riciclo: NPS FLEX® progettato per essere smontato e riutilizzato

Gli edifici sono responsabili di circa il 40% del consumo energetico globale e del 33% delle emissioni di gas serra.1 I rifiuti da costruzione e demolizione rappresentano il 25-30% di tutti i rifiuti generati nell'UE.2 L'industria delle costruzioni rappresenta fino al 60% di tutte le materie prime utilizzate a livello globale, tra cui minerali, metalli e legno.3 Nel loro complesso, i dati e le ricerche suggeriscono che l'industria delle costruzioni ha un impatto significativo sull'utilizzo delle risorse a livello globale, ma offre anche notevoli opportunità per migliorare la sostenibilità attraverso le pratiche di progettazione, costruzione e funzionamento dell'edificio.

In questo scenario, è urgente far evolvere l'economia circolare al di là del riciclo verso il Design for ri-assembly. Sistemi strutturali smontabili che consentono il riutilizzo degli elementi strutturali sono una opzione. L'azione composita di acciaio e calcestruzzo ottimizza le proprietà strutturali dei due materiali. Tuttavia, utilizzando connettori incorporati nel calcestruzzo in situ. Questo rende la decostruzione dispendiosa in termini di tempo e di energia.

Con NPS FLEX® abbiamo sviluppato una soluzione composita acciaio-calcestruzzo progettata per essere smontata, rendendo gli elementi costruttivi riutilizzabili.

1 Fonte: International Energy Agency, World Energy Outlook, 2019 // 2 Fonte: European Commission, EU Construction and Demolition Waste Management Protocol, 2016  //  3 Fonte: United Nations Environment Programme (UNEP), Global Material Flows and Resource Productivity, 2016

Richiedi informazioni